Panoramica

Durante la ristrutturazione ci siamo mossi con delicatezza, toccando la struttura il meno possibile, per valorizzare l’esistente e portare chi la sceglie indietro nel tempo. 

Ecco perché, come usava nelle antiche masserie, i pavimenti sono in cemento, pietra o vecchie tavole di legno e alle finestre non troverete le tende, ma gli scuri. 

L’armadio non c’è, sostituito da un ramo d’ulivo che ricorda l’abitudine del contadino di appendere la giacca a un albero prima di iniziare il lavoro nei campi.

A dominare è il bianco vivido della calce, stemperato dai toni neutri e morbidi scelti per i tessuti. 

Gli oggetti e i mobili sono quelli del passato, in materiali naturali e di recupero.

Le decorazioni provengono dal giardino, dai campi o dalla spiaggia di San Vito.

Le decorazioni provengono dal giardino, dai campi o dalla spiaggia di San Vito.

A Silvana piace raccogliere fiori, rametti e pezzi di legno lasciati dalle mareggiate, durante le lunghe passeggiate con Zoe e Gioia, le cagnolone della masseria che si fanno conquistare con un biscotto.

L’effetto che abbiamo voluto dare è dunque quello di spazi minimal, pieni di luce, con il fascino della semplicità contadina, in una dimensione di vita locale e di antiche abitudini.

Oleandro

Camera Classica

  • 2 posti letto
  • 25m²

Staccata dal corpo centrale e vicina al ricevimento, qui una volta c’era il pollaio della masseria.

Il bianco totale della camera è interrotto solo dall’azzurro polvere della tappezzeria e dai colori dei fiori e dei rametti raccolti nel giardino o in giro per i campi. La scala a pioli appoggiata al muro e la vecchia cassettiera in legno sono quelli dell’antica tradizione contadina, così come l’armadio che non c’è, sostituito da un vecchio bastone.

Davanti, il patio, dove nei mesi caldi si può fare colazione, e uno spazio verde che prosegue nel frutteto, tra alberi di fico, ulivi, gelsi e ciliegi.

In questa camera le finestre hanno gli scuri interni al posto delle tende.

Viola

Camera Superior

  • 3 posti letto
  • 30m²

L’antico deposito degli attrezzi, a piano terra, oggi è una camera fresca e piena di luce. Si apre su un letto che funge da divano e due comò in legno riportato al suo colore naturale. Una tenda in lino bianco sorretta da un palo dell’uva scende dal soffitto e avvolge il letto matrimoniale in un intimo abbraccio. I cuscini si appoggiano su un’antica porta della masseria che ne è diventata la testata. L’armadio è in una bella nicchia, mentre vecchi ferri da stiro e di cavallo e un tipico tavolino capretta sono quella chicca in più per chi di tradizione non ne ha mai abbastanza.

Il bagno è ricavato da un sottoscala, per questo è lungo e stretto, ma al tempo stesso grazioso e con tutto ciò che serve, come la doccia e un bel lavandino in pietra. Il soffitto a semiarco lo rende poco adatto per le persone alte.

Fuori il patio si affaccia sul giardino.

In questa camera le finestre hanno gli scuri interni al posto delle tende.

Rosa

Camera Deluxe

  • 3 posti letto
  • 40m²

Un tempo adibita a fienile, questa camera al piano terra è un grande spazio dove trionfa il letto a baldacchino, tra veli candidi e leggeri e una testata solida e inaspettata come solo una vecchia porta fissata al muro può essere. Al ramo d’ulivo che funge da armadio è appesa la camicia da notte di un vecchio corredo.

In bagno, i due lavabi sono in pietra, come pure la vasca quadrata a cui si accede salendo due piccoli scalini.

Fuori, il patio privato protetto da fioriere e siepi si apre sul giardino.

In questa camera le finestre hanno gli scuri interni al posto delle tende.

La Junior Suite

Margherita, Gardenia e Altea

  • 3 posti letto
  • 35m²

Ginestra

  • 2 posti letto
  • 35m²

La junior suite al piano terra è stata ricavata dove un tempo vivevano i contadini; le altre, al primo piano, sono le vecchie stanze padronali.

Il bianco dell’intonaco, dei mobili decapati e del letto è punteggiato qua e là dai colori tenui dell’écru e del grigio, scelti per creare ambienti armoniosi e rilassanti. Le antiche nicchie attraversate da un grosso ramo o da un solido bastone si trasformano in piccoli armadi. Nei bagni, per la base del lavandino abbiamo recuperato vecchie assi da bucato in legno zigrinato, ormai consumate dall’uso, quelle che in dialetto pugliese si chiamano stricaturi. Lo spazio esterno può avere il patio sul giardino oppure la terrazza con il pergolato, che guarda gli ulivi o il mare un po’ più in là.

Nella junior suite al piano terra la porta-finestra è protetta da una tenda in lino.

Nelle junior suite al primo piano le finestre hanno gli scuri interni al posto delle tende. Le camere da letto possono essere illuminate dalla luce naturale o riceverla dal bagno o dal salone.

Due junior suite al primo piano sono comunicanti.

Suite

La Suite del Campo

Questa suite in origine era il vecchio ovile della masseria.

Oggi è una suite privata con camera da letto e salotto con camino.

L’agrumeto privato che circonda la suite aggiunge un tocco di freschezza e profumo all’ambiente. La piccola piscina idromassaggio, ricavata dall’antico abbeveratoio, offre un momento di relax e benessere. Potrete rinfrescarvi nelle calde giornate estive e godervi un bagno rigenerante.

Questa suite è perfetta per una vacanza romantica, dove potrete trascorrere momenti speciali in completa privacy.

Durante la stagione dei ciliegi in fiore, potrete ammirare uno spettacolo magico e romantico; i loro dolci frutti potranno essere gustati direttamente dall’albero, offrendo una deliziosa esperienza gastronomica.

Suite

Orchidea

  • 50m²
  • 4 posti letto

Questa suite nasce dove nel 1600 c’era la chiesetta delle suore di clausura che per prime hanno abitato la masseria. A testimoniare l’esistenza del piccolo monastero, sono ancora qui tre affreschi originali dell’epoca.

Come su un palcoscenico, una tenda di lino bianco si apre sul letto matrimoniale, svelando una parte dell’affresco che ne impreziosisce il muro. Di fronte al letto, superato il piccolo salotto, la scena si sposta su un’insolita nicchia che accoglie la grande vasca in muratura e il più importante dei tre affreschi. Uno specchio lo riflette, permettendo così di ammirarlo anche dalla camera.

La scenografia continua da una parte nella lunga terrazza che guarda gli ulivi, i campi e la corte della masseria, e dall’altra nella zona giorno, dove due letti trasformati in divani e il camino con la sua legna ben ordinata creano uno spazio comodo e accogliente.

Nel bagno, ricavato dall’antico corridoio che le monache usavano per recarsi in chiesa, spiccano la grande doccia e il particolare lavandino, una vecchia bacinella in zinco.

In questa suite le finestre hanno gli scuri interni al posto delle tende.

Suite

Suite del Nonno

  • 50m²
  • 3 posti letto

I comodini sono due nicchie illuminate e il secretaire davanti al letto, in radica lasciata al naturale, risalta sul bianco assoluto dei muri. Qui la finestra non c’è, ma la stanza riceve tanta luce dalla zona giorno e dal bagno, molto grande, con la bella vasca in muratura che si affaccia sul salone. Dietro il lavabo, una lunga tenda di lino nasconde i sanitari.

Nel salotto il camino è accanto alla vetrata che dà sulla terrazza. La vista è rivolta alla campagna e al mare in lontananza; un pergolato crea un fresco riparo dai raggi del sole.

Da fare assolutamente: sedersi sul divano davanti al camino, alzare lo sguardo e contemplare le volte che disegnano una stella sul soffitto.

In questa suite le finestre hanno gli scuri interni al posto delle tende.